Sempre a Bologna e negli stessi giorni in cui si svolgerà il Cersaie, si svolgerà sempre a il Bologna design week, precisamente dal 30 settembre 2015 al 3 ottobre.
Il Bologna design week è un appuntamento che riunisce le eccellenze creative, culturali e produttive del territorio per far diventare il centro emiliano un polo attrattivo per il design italiano. Un evento culturale che vuole creare una mappa di creatività diffusa sul territorio grazie alla collaborazione fra istituzioni, imprese, progettisti, Università, enti di ricerca, associazioni e privati. Un progetto articolato in otto percorsi tematici raccontati attraverso workshop, talk e business meeting. Gli otto percorsi tematici riguarderanno diversi aspetti della creatività e del design:

Design School Accademia di Belle Arti, il New Design center, i Corsi in design del prodotto industriale e culture e tecniche della moda dell’Università di Bologna, l’Università di Modena e Reggio Emilia e L.U.N.A incontrano aziende e professionisti presentando workshop, esposizioni, prototipi e nuove idee.
Tra i progetti anche il Food Innovation Program, un percorso cross tra food, tech ed educational.

DesignStore
Gli showroom si mettono in mostra dedicando spazio ad esposizioni monografiche di designer e importanti brand tra cui Baxter, Cappellini, Cassina, Catellani & Smith, Effeti Cucine, Flos, Fritz Hansen, Geberit, Kartell, Knoll, Leica, Molteni & C Dada, Rimadesio, Technogym e Vitra, con allestimenti speciali ed installazioni temporanee.

Design Spot
Location insolite, negozi, librerie, studi e spazi retail come Carolina Wyser , l’ex atelier tessile Corradi, Fiorentini&Baker e L’Inde le Palais saranno occupate temporaneamente dall’incursione del design.

Bologna su misura
Organizzato da CNA con l’obiettivo di connettere l’imprenditorialità territoriale, vedrà le botteghe artigiane accogliere produttori, autoproduttori e progettisti stimolando collaborazioni inedite nei settori moda, cibo e arti.
Con Bologna su misura ci si muoverà scoprendo luoghi appena riaperti quali la Palazzina Liberty ai Giardini Margherita con le opere di Antonello Ghezzi, duo che ospiterà nel proprio atelier prodotti
di Juno design, esempi di impiego di digital fabrication; ma anche lavori di Crete Pièce Unique in Via San Felice, o i gioielli scultura di Maria Luigia 7071 e Cristian De Franchi reinterpretati attraverso le immagini virtuali di Loop, fino allo spazio ibrido di Senape Vivaio Urbano.

Design made in Bologna
Progetti, complementi di arredo ma anche processi di creazione. Il tessuto produttivo di Bologna incontra il grande pubblico presentando novità e alcune anticipazioni per il 2016. Design made in Bologna presenterà i creativi based in Bologna raccolti nell’omonimo libro di Silvia Santachiara, muovendosi dal fashion di Confezioni Paradiso all’oreficeria di African Design, fino alle sperimentazioni di Le Magnifiche Editrici.

Design Food
Corte Isolani delizierà gli ospiti con l’allestimento scenografico di PrescoPool ed esperienze sensoriali, degustazioni e aperitivi introducendo nuovi modi di assaporare la buona cucina e inedite modalità di preparazione, grazie anche alla presenza di Veneta Cucine che per l’occasione inaugura il suo temporary store all’interno della Corte. Cibo, alimentazione, nutrizione, innovazione. La città dei tortellini scopre nuovi approcci alla tavola unendo tradizione e capacità di reinventarsi, documentata anche dalla recente apertura di bistrot e mercati coperti quali Altro?, Banco 32, Ruggine, Via con me, a piano diritto aderenti a BDW a completamento del percorso.

Crossover art
Il design entra nel circuito delle gallerie d’arte: due mondi che dialogando in modo produttivo si contaminano e si reinventano. I galleristi esporranno per l’occasione oggetti di design e mostre a tema tra cui Otto Gallery con Oggetti con una storia, in collaborazione con Fiorenza Tarroni Studio, Galleria Studio G7 che presenta Emilio Nanni e ABC che propone il percorso espositivo Il Padiglione Barcellona a Bologna.
Una storia di disegni da Mies Van Der Rohe a Ruegenberg

Incredibol!
Dedicato ai vincitori del bando che sostiene e valorizza l’innovazione creativa per le start -up bolognesi per una città smart, tecnologica ed ecosostenibile, il percorso toccherà una quindicina di realtà imprenditoriali, tra cui lo studio di fashion design per bambini Les Libellules, l’agenzia creativa Otago, il mondo di Zoo in Strada Maggiore e la food translation del duo Panem&Circenses.

Il programma completo lo trovate qui, se siete a Bologna per il Cersaie è un appuntamento da non mancare.

By | 2017-10-09T20:22:20+00:00 6, agosto 2015|architetti|