A Berlino, ogni anno, si tiene IFA, salone internazionale dell’elettronica di consumo e degli elettrodomestici. Oltre al mondo della telefonia, che negli ultima anni la fa da padrone, grande parte è quella che riguarda la casa e il vivere in un mondo tecnologico.
Sappiamo tutti che l’elettronica, la demotica, trovano sempre più spazio all’interno delle nostre case, senza che questo influenzi lo stile della casa. Ciò che le nuove frontiere dell’elettronica ci portano riguardano lo stile di vita, il modo di intendere la quotidianità, il modo anche di utilizzare le nuove tecnologie verso un mondo più efficiente e Green.
Tante solo le aziende che si sono presentare al IFA 2015 e tante sono state le idee presentate per la casa. Vediamo qualcosa.

Grande spazio alle televisioni.
Grande in tutti i sensi, con una tecnologia che ci porta schermi sempre più grandi. Schermi che oltre ad essere più grandi, migliorano in definizione, in lucentezza e corrispondenza dei colori. Per un esperienza di visione veramente unica. Fra le novità presentate i televisori 4K OLED. La tecnologia OLED prevede di utilizzare dei diodi capaci di emettere luce propria senza componenti aggiuntivi. Questo permette di realizzare schermi più grandi, con maggiore contrasto, una migliore lucentezza e una ottima definizione dell’immagine anche su altri formati. Soprattutto LG ha puntato su questa tecnologia con una serie di televisori, di diversa grandezza e caratteristiche, con sui ridisegna il concetto di televisione.
Ma chi, sempre parlando di televisione, ha osato di più è certamente Philips che ha presentato una nuova tecnologia chiamata Ambilight. Un sistema che proietta alle spalle del televisore i colori dell’immagine che è sul video. Una esperienza visiva certamente diversa. Il top di gamma un televisore da 65 pollici molto bello anche esteticamente. Un oggetto che saprà farsi apprezzare anche nell’arredamento di casa.

Lavatrice: lavare e igenizzare.
Sempre all’IFA è stata presentata da Siemens la lavatrice SensoFresh. La sua particolarità è di utilizzare l’ossigeno attivo, che la lavatrice produce da sola prelevando aria dall’ambiente. Grazie all’ossigeno attivo è possibile rinfrescare gli indumenti eliminando tutti gli odori e ripulirli. Con un programma di 30 minuti la lavatrice si occupa di quegli indumenti che hanno bisogno di una rinfrescata (magari perché tenuti a lungo al chiuso) o di quegli indumenti che non possono essere lavati con acqua e senza detergenti. Inoltre l’ossigeno è utilizzato anche nei lavaggi tradizionali a bassa temperatura come anti batterico. Una soluzione che avrà modo di dimostrare la sua efficenza e utilità.

La casa sempre più indipendente.
Chi ci legge conosce la nostra attenzione alle energie rinnovabili. In questo senso Panasonic ha presentato le sue batterie residenziali dichiarando di volerle portare nel mercato europeo. Le batterie residenziali sono la miglior soluzione per conservare l’energia prodotta da un impianto fotovoltaico, soprattutto nei momenti della giornata in cui la produzione è maggiore del consumo, e poterlo utilizzare in momenti in cui la produzione è minore. Una tecnologia con batterie a litio proprietaria di Panasonic molto efficiente, utilizzata anche da Tesla per il suo accumulatore.

Amanti della pasta è il vostro momento.
La cucina è forse uno degli ambienti più importanti della casa, per una serie di motivi di cui abbiamo spesso parlato. Ora c’è un pezzo in più per gli amanti del cucinare, ma soprattutto per gli amanti della pasta. Philips ho presentato una impastatrice che fa tutto da sola. O quasi. Si inseriscono tutti gli ingredienti per fare la pasta, sia pasta fresca che paste all’uovo o paste aromatizzate, e in dieci minuti la macchina comincia a tirare fuori la pasta. A mano bisogna tagliare la pasta che esce alla lunghezza che ci piace. I formati che troviamo sono le tagliatelle, gli spaghetti e i maccheroncini. Che dire? Buon appetito.

In cucina il frigorifero che ottimizza i consumi.
C’era sicuramente da aspettarselo, l’ottimizzazione dei consumi degli elettrodomestici è ciò su cui le aziende si concentreranno sempre di più. LG ha presentato un nuovo frigorifero in classe A+++ con consumi inferiori del 20% rispetto alla media. Un traguardo raggiunto sia grazie ai nuovi compressori composti unicamente da due elementi, con conseguente riduzione dei punti di attrito, maggiore affidabilità e silenziosità.
Ma non solo, anche un uso intelligente delle aperture, con una doppia porta, una per i prodotti di cui abbiamo spesso bisogno e per cui apriamo spesso il frigorifero, ad esempio acqua o bibite; e una per i prodotti che utilizziamo solo in un dato momento e per cui accediamo al frigorifero solo raramente.

Casa, domotica e Internet delle Cose (IOT).
Ultimo, ma il futuro secondo noi, Samsung ha presentato la sua idea di domotica. Con un concetto di centralizzazione delle comunicazione fra casa e abitante e fra gli oggetti stessi. Una piattaforma aperta a tutti i produttori che vorranno utilizzarla come hub di controllo. Il collegamento avverrà via Bluetooth o Wi-Fi supportando tutti i diffusi standard di comunicazione wireless utilizzati nel mondo della domotica; inoltre il sistema sarà sufficientemente potente dal gestire in streaming i video di eventuali videocamere di sorveglianza. I partner della piattaforma sono già diversi, e la stessa Samsung ha già reso disponibili e annunciato i prezzi di molti prodotti con la dicitura “works with SmartThings” che certifica la compatibilità con l’ecosistema.

IFA 2015 ha mostrato diverse novità tecnologiche, ci ha parlato di case del futuro da vivere gia da oggi. Soprattutto si comincia a parlare sempre più di IOT. Un ultima nota, si clicca qui di APP e di IOT a Todi dal 24 al 27 settembre. Soprattutto sabato 26 alle 12, ci sarà un approfondimento dal titolo IOT: Progettare la casa del futuro. Dunque se ne parlerà ancora. Come sarà la casa del futuro? Possiamo già supporto o ci sono ancora sorprese da svelare?